FILT CGIL LOMBARDIA

INCONTRI 25 E 26 GIUGNO FEDEX TNT. SI ENTRA NEL VIVO MA SU ALCUNI TEMI LE POSIZIONI SONO ANCORA DISTANTI.

Il 25 e 26 giugno scorso si sono svolti a Roma due incontri con Fedex Tnt in cui finalmente le aziende hanno abbandonato la tattica dei proclami roboanti e sono passati ad entrare nel vivo delle loro proposte. Certo non siamo soddisfatti dell’esito finale della due giorni ma per lo meno registriamo l’apertura di una trattativa.

Le ricollocazioni proposte sono del tutto insufficienti a colmare il numero degli esuberi totale (206 su 361) e non chiariscono  modalità e luoghi dove vengono proposte,  per non parlare dei lavoratori impattati dai trasferimenti che troverebbero una ricollocazione (28 su 115), per il resto licenziamenti. Inaccettabile resta la proposta di ricollocare i lavoratori full time in posizioni part time. Inaccettabile l’eventualità di poter ricollocare i lavoratori nei fornitori anche se su base volontaria. Gli incentivi sono molto bassi per un’azienda che si sta riorganizzando e che macina utili su utili.

Il confronto proseguirà il 4 luglio prossimo presso il Ministero del Lavoro a Roma e vedrà la presenza di un presidio sotto il Ministero dei lavoratori delle aziende a supporto e sostegno della delegazione che andrà a trattare con Fedex Tnt.

La Lombardia prosegue con lo stato di agitazione e proclama una giornata di sciopero per il 4 luglio.

Tutti a Roma per fare sentire la nostra voce davanti al Ministero del Lavoro e supportare la delegazione che si siederà al tavolo della trattativa.

Avanti con la protesta. Lottiamo uniti per i nostri diritti.

Un altro mondo è possibile.